Dipendenza da gioco d’azzardo: come riconoscerla e come curarla

Dipendenza da gioco d’azzardo: come riconoscerla e come curarla

News Francesco Bellomia 0

La dipendenza da gioco è una patologia che rientra nel Manuale dei Disturbi Mentali ed è caratterizzato dall’incapacità di resistere alla tentazione di giocare somme di denaro elevate.

Le conseguenze più dirette si rilevano nello sgretolarsi delle attività personali, familiari e lavorative. Si può correre il rischio di mettere a repentaglio anche una relazione affettiva significativa, il lavoro o le opportunità scolastiche. Tutto questo solo per perseguire nel gioco d’azzardo.

Anche la dipendenza da gioco d’azzardo può essere considerata una variante del Disturbo Ossessivo-Compulsivo. Ciò che differenzia però nettamente il Disturbo Ossessivo-Compulsivo dai Disturbi del Controllo degli Impulsi, come la dipendenza da gioco d’azzardo, è che nel nostro caso la compulsione ha la funzione di ridurre un’emozione negativa (in genere l’ansia). Infatti nella dipendenza da gioco, la compulsione produce emozioni positive a cui il soggetto non riesce a rinunciare.

La gran parte delle persone dipendenti dal gioco d’azzardo ricerca in tale pratica l’avventura e l’eccitazione che vengono soddisfatte puntando cifre di denaro sempre più elevate. Giocare cifre sempre più alte, rappresenta inoltre il tentativo e lo sforzo di annullare la perdita o una serie di perdite.

Quando la vittima della dipendenza da gioco d’azzardo non ha più la possibilità di ottenere prestiti o di attingere a un proprio (infinito) salvadanaio, può ricorrere, per ottenere denaro, anche a comportamenti antisociali quali la contraffazione, la frode o il furto.

Molte persone affette da Gioco d’Azzardo Patologico possono essere altamente competitive, energiche, irrequiete e facili ad annoiarsi. La diffusione della dipendenza da gioco d’azzardo è influenzata dalle condizioni in cui si manifesta tale pratica legalizzata. Ultimamente vi è un dilagare di sale gioco e slot machine nei locali pubblici, con un conseguente incremento esponenziale del fenomeno.

Tra le conseguenze peggiori di questa patologia, vi è la Depressione, ma anche altri disturbi di personalità caratterizzati da impulsività, quali il disturbo borderline e il disturbo narcisistico di personalità.

La dipendenza da gioco può essere trattata solo attraverso percorsi mirati di psicoterapia. I farmaci che agiscono sull’impulsività o gli stabilizzatori dell’umore, possono favorire un percorso di cura, ma non sostituirsi ad esso.